CODICE ETICO

> I soci esercitano la professione in modo eticamente irreprensibile. Essi affermano i principi del presente codice in ambito professionale e sociale.

> I soci si impegnano ad un esercizio sostenibile della professione, in particolare nell'ambito della formazione e dell'aggiornamento professionale.

> Essi rispettano la personalità e i diritti professionali dei loro colleghi e collaboratori. Nei confronti dei collaboratori essi agiscono in ogni momento nel rispetto della loro dignità, sostenendone le giuste rivendicazioni.

> La parità dei diritti tra uomo e donna e tra collaboratori di pari rango è garantita, senza distinzione alcuna di razza, nazionalità o religione.

> I soci si impegnano a svolgere la professione secondo scienza e coscienza e a rispettare le regole della concorrenza leale. In particolare non svolgeranno prestazioni senza remunerazione, salvo in caso di concorsi.

> Essi si impegnano a riconoscere la propria responsabilità professionale ed etica nei confronti del committente, della società e dell'ambiente, a rispettare i regolamenti, le direttive, le norme e le raccomandazioni emanati a questo proposito dalle associazioni professionali e a evidenziare possibili conflitti d'interesse.

> Nella redazione di perizie e pareri, essi si attengono ai regolamenti e si pronunciano in modo severamente oggettivo e secondo la loro intima convinzione, anche se ciò dovesse svantaggiarli.

> I soci rispettano il segreto professionale del committente e non accettano alcuna commissione o remunerazione da parte di terzi, al di fuori dell'onorario che spetta loro. I soci vegliano affinch> il segreto professionale sia rispettato anche dai collaboratori.

> (omissis)

 
L'INGEGNO DI UN UOMO SI GIUDICA MEGLIO DALLE SUE DOMANDE CHE DALLE SUE RISPOSTE
Duca di Lévis